hide You are viewing an archived web page, collected at the request of University of Alberta using Archive-It. This page was captured on 17:35:48 Dec 08, 2010, and is part of the HCF Alberta Online Encyclopedia collection. The information on this web page may be out of date. See All versions of this archived page.
 

Cosa È L'Alberta Cultural Heritage Council?

Anno 2 Numero 12 Dicimbre 1985

di Carlo Amondio

Mary LeMessurier, ministro della Cultuta
Nella foto: la signora Mary LeMessurier, ministro della Cultuta, durante la cerimonia inaugurale per l'avvio dei lavori del Centro Comunitario Santa Maria Goretti.

In questo articolo desidero darvi un'idea delle attivita dell'Alberta Cultural Heritage Council. Prima di cominciare, comunque, voglio ringraziare tutta la comunità ed in particolare quei gruppi comunitari che mi hanno rieletto, per un periodo di due anni, a far parte di questo Consiglio.

Voglio dirvi che cercherò di fare del mio meglio nel rappresentare gli interessi, la cultura e I'arte degli italiani; ma anche nell'assicurare che gli italiani siano parte attiva ed integrante di quel processo di amalgamazione che è attualmente la cosa più importante su cui tutti i governi, sia provinciale che federale si ctanno concentrando.

Come già saprete, questo Consiglio è formato da membri eletti di tutti i gruppi etnici di Edmonton. Questi individui si riuniscono e lavorano acsieme per discutere e formulare raccomandazioni di interesse generale che vengono presentate al Ministro della Cultura, la signora Mary LeMessurier.

Il ministro riceve queste raccomandazioni, le considera e, se d'accordo, le approva oppure le trasmette al ministro competente in modo che questi possa considerarle ed approvarle. Per darvi un'idea delle attività di questo Consiglio desidero citare alcune delle raccomandazioni che sono state approvate nell'ultimo decennio.

Fu nel 1974 che questo Consiglio raccomandò al ministro della Cultura che un giorno dell'anno fosse dedicato all'heritage della provincia per cui fu creato l'Heritage Day, che si celebra ogni anno nel primo lungo week-end di agosto.

Nel febbraio del 1974 il Consiglio approvò una raccomandazione che chiedeva al ministro di dare dei contributi a quei gruppi che avrebbero condotto classi nella propria lingua. Il governo approvò questa raccomandazione e stanziò la somma di 15 dollari per studente per tutte quelle scuole di differenti gruppi etnici. Quecto Consiglio ha anche un diretto collegamento con il dipartimento per I'lstruzione e con quello per i Diritti Umani, infatti in quecto campo, nel 1975, richiese la formazione di Centri per Immigranti sia a Calgary che ad Edmonton. Nel corso degli anni ha preso delle forti posizioni contro ogni attività che poteva essere offensiva o denigratoria verso i gruppi etnici. Un esempio di ciò è stata la forte reazione che ha avuto quando la CBC mandò in onda un programma sulla Mafia che denigrava un pò tutta la comunità italiana in Canada. Per mezzo della stazione radio CKUA e della sua relazione con ACCESS (Alberta Education Communication Corportation) questo Conciglio ha ottenuto degli ottimi risultati per programmi radio e varie attività di interesse comunitario.

Nel cominciare questa nuova sessione, tutti i membri devono presentare delle proposte per discuscioni su soggetti che loro ritengono ciano importanti da risolvure. Nella mia presentazione io ho chiesto al Sottocomitato per gli Affari Culturali di discutere due proposte. La prima riguarda I'importanza degli scambi culturali con altri gruppi etnici. Nella mia presentazioni ho menzionato che fino a questo momento un bel lavoro è stato fatto nel dare I'opportunità a tutti i gruppi etnici di creare una loro identità. Comunque sembra che adesso sia giunto il momento che questi gruppi etnici si mettano assieme per meglio conoscersi e creare quell'arcobaleno, di cui si è sempre parlato, che sia la rappresentazione del Canada. II Sottocomitato ha accettato la proposta di lavorare verso queste mete e di promuovere attività che aumentino questi scambi intraculturali. Si è quindi formato un Comitato per preparare raccomandazioni per raggiungere questi scopi. Queste raccomandazioni saranno presentate al Consiglio per la sua approvazione e poi saranno inviate al ministro perchè possano ecsere prese in esame.

La seconda proposta che ho avanzato riguarda I'Heritage Festival. Nella mia presentazione ho indicato che la nostra comunità è preoccupata che I'esecutivo dello Heritage Festival è formato da persone nominate e non elette dai differenti gruppi etnici che partecipano alla manifestazione. Questo punto non è stato condiviso da tutti i membri del comitato. Infatti il signor Alan. McLean, uno dei membri dell'esecutivo dello Heritage Festival, ha fatto presente che se tutti i gruppi etnici dovessero essere parte dell'esecutivo di questa associazione dovrebbero dare tutti profitti che si guadagnano alle festività di agosto all'associazione. Perchè si è ritenuto opportuno che questi guadagni rimangano ai differenti gruppi etnici l'unica soluzione era di avere un esecutivo indipendente. Comunque ho ritenuto opportuno far presente che si dovrebbe essere piii comunicazione fra l'esecutivo e di gruppi etnici in modo da creare un festival che sia più attraente e vivo dal punto di vista culturale e non diventi un mezzo per i gruppi etnici di guadagnare soldi.

L'Alberta Cultural Heritage Cduncil è parte dell'Alberta Cultural Division del Dipartimento di Cultura del governo dell'Alberta. L'Alberta Culture tra le altre attività che svolge, ha anche una fondazione che si chiama Alberta Cultural Heritage Foundation. Per mezzo di questa fondazione, che è sovvenzionata dai fondi che si ottengonocon il ricavato delle lotterie provinciali, ci possono ottenere fondi per programmi speciali che includono: danze, giornali, teatro ed altre attività. Le domande per questo tipo di sovvenzione devono essere presentate entro la fine di maggio di ogni anno. Per informazioni riguardanti quecti tipi di assistenza potete telefonare al 427-2927 e chiedere dell'Alberta Cultural Heritage Foundation.

IL Comune di Edmonton, attraverso il dipartimento dei Parchi e Attività Ricreative, distribuisce, inoltre, dei fondi per la costruzione e amministrazione di fabbricati a scopo culturale. Le domande per ricevere questi fondi scadono il mese di dicembre di ogni anno. Per uiteriori informazioni potrete rivolgervi al signor John Bucci, il quale è I'incaricato per l'accettazione delle domande rivolte alla richiesta di questo tipo di fondi. II signor Bucci lavora con ildipartimento Parks and Recreation del Comune di Edmonton e può essere rintracciato al numero 428-3559.

Altri fondi possono essere ottenuti dal Ministero federale per la Cultura ed ulteriori informazioni poscono essere richieste all'ufficio del Segretariato di Stato telefonando al 420-3350.

Nel concludere desidero ancora una volta ringraziare tutti voi per avermi eletto a questo importante ufficio e spero che nei prossimi due anni potrò fare un buon lavoro nel rappresentare la comunità italiana di Edmonton.