<
 
 
 
 
×
>
hide You are viewing an archived web page collected at the request of University of Alberta using Archive-It. This page was captured on 22:01:27 Dec 15, 2010, and is part of the HCF Alberta Online Encyclopedia collection. The information on this web page may be out of date. See All versions of this archived page. Loading media information
 

Competizione Annuale Vini Fatti in Casa 

Anno 4 Numero 3 Marzo 1987

Competizione Annuale Vini Fatti in Casa 

Si è tenuta con molto successo, la prima competizione annuale dei vini fatti in casa. I vini competitori erano più di quaranta e molti erano di qualità ottima. La competizione è stata sponsorizzata dal Club Calabria con lo scopo di valorizzare una tradizione molto italiana ma anche di mettere in rilievo un aspetto della comunità italiana di Edmonton. 

La competizione si è tenuta al Centro Santa Maria Gorelli il 12 febbraio scorso ed il giorno seguente, allo stesso centro, si è tenuta una cena di baccalà e polenta. Due primati insomma. Infatti per la prima volta nella nostra comunità si è voluto far notare a tutta la comunità che i vini fatti in casa sono di qualità ottima e si è voluto divagare dalla normale cena di pollo o arrosto e si è servito polenta e baccalà che erano ottimi. 

I giudici della competizione sono stati il signor John Starr dell'Alberta Amateur Wine Association, la signora Judy Shuitz editore della Food Section dell'Edmonton Joumal, il signor Grorge Oakes dell'Edmonton Joumal, i signori Jerry Homby e Rick St. Amaud. I signori Alessandro Urso e Leonardo Botti hanno contribuito come giudici a dare alla competizione il giudizio nostrano sui vini che è il feeling nonché la loro dotata esperienza di buonissimi conoscitori di vini. 

I premiati sono stati la signora Borin, il signor Lupinacci ed il signor Cocquia. 

Con il profitto della cena si voleva dare una spinta alla formazione di una borsa di studio per studenti di origine italiana. Questo obiettivo non è stato raggiunto. I partecipanti alla cena erano un centinaio circa e naturalmente nessun orifitto si è realizzato. Tuttavia, come il signor Tony Falcone notò durante la serata è bastato il successo della competizione e della cena a fare della serata una esperienza molto positiva per la comunità. L'anno prossimo sarà tutto una cosa diversa. 

Che si conservi una bottiglia di buon vino pre l'anno venturo!

I vincitory, Ida e Carlo Borin.
I vincitori, Ida e Carlo Borin.